Edificio ottocentesco Via Mazzini 50

2014-2015 – Torino

Il recupero strutturale e funzionale dell’edificio ottocentesco di Via Mazzini 50 è avvenuto nel rispetto dei vincoli ambientali esistenti sulle architetture storiche. Una costruzione “partecipata” con la quale è stato realizzato il restauro strutturale della grossa orditura in legno dei tetti alla piemontese, degli ambiti sottotetto, delle coperture in coppi, degli abbaini. E ancora la decorazione di facciate, il risanamento delle strutture murarie e dei tetti, il risanamento strutturale degli ambienti interni comuni e la decorazione interna completa. Con gli stessi principi è stata realizzata la coibentazionne termica e acustica, con l’utilizzo di materiali dal comportamento igrotermico ottimo e, ancora in fase di smontaggio, con il coinvolgimento della Committenza e la dimostrazione delle varie indicazioni esecutive e con la presentazione dei modelli in fase di realizzazione.*

Dopo aver rimosso i controsoffitti dei corridoi sottotetto e dato l’evidente degrado in cui versava la struttura del tetto, in particolare l’avanzato stato di compromissione strutturale di parte dei travi e dei puntoni lignei, per poter sostituire gli elementi ammalorati, o marci, o spezzati, si è quindi resa necessaria la rimozione di quei controsoffitti e o elementi vari, provvisori, fissati alla piccola e media orditura all’interno delle proprietà private (cartongesso o celenit o altri materiali da coibentazione impropriamente pendinati alle strutture principali o secondarie da rimuovere). In rari casi, ove è stato possibile e senza nulla togliere alla sicurezza delle persone e dei manufatti del fabbricato, sono stati salvaguardati elementi come i controsoffitti decorativi.

Anche le strutture verticali riportavano pericolosi ed evidenti quadri fessurativi dovuti a differenti meccanismi di instabilità e degrado, quali lesioni di distacco delle pareti, soprattutto in corrispondenza degli incroci. Lo schema statico della costruzione aveva sicuramente subito alterazioni significative rispetto alla situazione originaria. Per quanto riguarda gli orizzontamenti, è stato riscontrato un evidente avanzato stato di compromissione strutturale di solai lignei.

Intervento sottoposto a vincolo di tutela e valorizzazione del paesaggio naturale e urbano ai sensi della Legge 1497/39 e s.m.i. in area sottoposta a vincolo paesaggistico ai sensi dell’art. 159 del D.Lgs. 42/04 e s.m.i.

* Progettazione e coordinamento della sicurezza ai sensi del D. LGS. 81/08